Una migliore qualità dell’aria

Il 19/2/09 presso il Centro Culturale Altinate a Padova si è tenuta la conferenza finale del progetto LIFE PARFUM finalizzato alla riduzione delle emissioni generate da mezzi di trasporto.

Le città coinvolte nel progetto sono state Brema, Padova e Rotterdam.

Interessante la relazione di Silvia Brini, di ISPRA, che ha evidenziato come dai dati rilevati si possa vedere che il particolato (PM) sia oramai di origine secondaria. Infatti sono molte le giornate, in estate, con contemporaneo superamento dei limiti di O3 e di PM10.

Ora una domanda: la regolamentazione della mobilità influisce sulla diminuzione del PM10?

Dai dati e dall’analisi delle tipologie di inquinamento, tutto fa pensare che le concentrazioni di PM in aria rimangano costanti proprio perché la sua generazione si sta spostando da fonti primarie a secondarie (diminuisce il PM di origine primaria – direttamente emesso dalle fonti di inquinamento – ma aumenta quello di origine secondaria, mantenendo constanti le concentrazioni). Quindi l’inquinamento da PM sarà un problema che ci accompagnerà almeno per un decennio.

Qual’è la strada giusta allora?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...