Quel simbolo di prepotenza e di morte

Siete mai stati a Longarone? Siete mai stati a vedere il museo e la diga del Vajont? Penso che tutti gli italiani farebbero bene ad andarci almeno una volta. Si dovrebbero organizzare gite di istruzione per tutti.

Perchè quel disastro? Il 9 ottobre 1963 alle 22:39 con la frana staccatasi dal monte Toc si è aperto uno squarcio nelle nostre coscenze di cittadini. La diga è il simbolo della potenza e al tempo stesso dell’impotenza dell’uomo. Dopo quelle 1917 vittime, una montagna e un territorio violentati, quel luogo è sacro. Sacro per i veneti e per la patria. Sacro per me. Non si tocca. Non si discute. Deve rimanere così almeno per altri 1000 anni. E’ il monumento della potenza/impotenza dell’uomo. Quando ci penso mi vengono le lacrime agli occhi …

Leggo oggi su Il Gazzettino che si vuole tornare a produrre energia. Mi sorprende! Mi sorprende il sindaco di Longarone che, da quello che emerge da Il Gazzettino, sembra stia lavorando per trovare una soluzione di compromesso. Posso capire la “questione benefici economici”ma la diga dopo il 9 ottobre 1963 è di “proprietà” di tutti i veneti. Va fatto almeno un referendum tra tutti i veneti.

La diga del Vajont è il monumento della violenza dell’uomo sull’ambiente. E tale deve rimanere. A memoria perenne. Perchè profanarlo?

E per quello che è nelle mie piccole e poche capacità dico: no, con tutte le mie forze. Quel territorio è sacro, per tutti noi, e non si tocca.

Una risposta a “Quel simbolo di prepotenza e di morte

  1. il problema è che gli stessi che vogliono sfruttare il vajont (gsp-bim, assindustria, enel) sono gli stessi che vogliono fare il condotto sotterraneo di 11km di diametro 5 metri che porterà via acqua al piave e cordevole.

    Anche a mio nonno, che ha lavorato alla costruzione del vajont mezzo secolo fa, avevano detto che avrebbe portato lavoro e benessere.

    Sappiamo tutti cosa disse la sade all’epoca ed è quello che stanno dicendo oggi quelli di EN&EN e bim/gsp.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...