Archivi tag: ambiente

ARPAV gara d’appalto per un progetto di educazione alla sostenibilità

Scade il 9 settembre 2010 il termine per partecipare ad una gara d’appalto per l’affidamento del servizio di realizzazione di un progetto/spettacolo di educazione alla sostenibilità.

E’ un’ottima occasione per autori, artisti ed esperti in comunicazione di temi ambientali.

Il bando di gara è disponibile sul sito di ARPAV.

Oggetto dell’affidamento è il servizio di ideazione, progettazione e realizzazione di uno spettacolo/conferenza scenica in diverse repliche, di una serie di incontri/workshop con i giovani sul tema dei consumi sostenibili di energia e risorse ambientali, della campagna di comunicazione e della realizzazione di DVD di registrazione degli eventi.

Il valore della fornitura è di 120 mila euro oltre IVA. Per informazioni amministrative: ARPAV, Servizio Approvvigionamenti (tel. 049/8239374-377-328).

Per informazioni tecniche: Settore per la Prevenzione e Comunicazione Ambientale (tel. 049/8767551-614)

Annunci

Con il Software Libero rispetti l’ambiente e risparmi

Nel 2006 in Italia sono stati comperati 1 milione di tonnellate di apparecchi elettronici per uso domestico. La quantità recuperata? Inferiore al 10%.

Dopo 3 anni un PC è considerato obsoleto.

Si stima che la produzione annua procapite di rifiuti elettronici sia pari a 14 kg.

Sempre nel 2006 in Italia sono stati smaltiti correttamente solo poco più di 1 kg per abitante a fronte di un obiettivo fissato dalla legge italiana (D.lsg. 151/2005) di 4 kg per abitante da raggiungere entro il 31/12/2008.

Ma cosa c’è dentro un PC?

C’è una parte materiale: l’hardware, composto in prevalenza di plastica (di molti tipi, con aggiunta di ritardanti di fiamma) e silicio. Ma anche molti metalli pesanti. Per i suoi componenti, un PC (come tutte le altre apparecchiature elettroniche) non può essere buttato nella spazzatura. E’ un rifiuto pericoloso. Deve essere trattato e smaltito correttamente per non rappresentare un pericolo per l’ambiente.

Tra le sostanze più pericolose per l’uomo e per l’ambiente in un PC ci sono: Cadmio (in alcuni circuiti stampati), Cromo esavalente (usato come anticorrosivo), Piombo (nelle saldature dei circuiti stampati), ritardanti di fiamma bromurati (nei cavi e nei rivestimenti in plastica).

E poi c’è il software. Senza il software un PC non serve a niente. E’ il software che determina l’obsolescenza di un PC.

Linux dispone di tutti i programmi di uso quotidiano: posta elettronica, Internet, WEB, chat, video, musica, conversioni audio/video, masterizzazione, turrent (senza violare il diritto d’autore, mi raccomando).

Linux inoltre è esente da virus. E’ un sistema operativo solido come una roccia, perfetto per ogni PC. E permette di non essere costretti a cambiare PC ogni 3 anni. Altri sistemi operativi infatti ad ogni aggiornamento del software “obbligano” a cambiare il PC se non si vuole avere una macchina lenta, a volte al limite dell’usabile.

E’ quindi ora di passare a linux. Qui si possono trovare 27 validi motivi per farlo.

Siete quindi convinti di passare a linux il sistema operativo libero scaricabile facilmente e gratuitamente dalla rete? basta procurarsi un CD con linux! Ad esempio Ubuntu. Sul sito dell’Istituto Majorana di Gela si può trovare una veloce panoramica delle caratteristiche di Ubuntu.

Linux è un sistema operativo libero ma anche molti applicativi sono liberi.

Ma posso usare software libero (che allunga la vita al mio PC) anche se sul mio PC c’è Windows installato e per vari motivi non ho intenzione di cambiarlo.

Gli studenti del Politecnico di Torino hanno realizzato una ricca raccolta di programmi liberi, della migliore qualità, per Windows. Di tutti questi software è permessa ed incoraggiata la copia e l’uso.

Tra tutti i programmi proposti, assolutamente da utilizzare sono:

  • OpenOffice (insieme di programmi con elaboratore di testi, foglio di calcolo, compositore di presentazioni multimediali, un programma di grafica vettoriale e un gestore di database);
  • GIMP (soluzione completa e potente per la grafica, adatta per la manipolazione di fotografie digitali);
  • Audacity (un programma per l’elaborazione del suono, in grado di registrare, mixare, applicare effetti. Salva i file prodotti in numerosi formati audio);

La convenienza di usare software libero appare evidente man mano che lo si utilizza. Si ha finito di lottare con i virus. Si trovano guide ed aiuti ad ogni angolo, cominciando dall’edicola sotto casa (sono oramai molte le riviste che trattano linux) per passare ai gruppi di utenti – i LUG, Linux User Group.

Seminario a Treviso sulle problematiche derivanti dall’applicazione delle direttive nitrati e IPPC

Inizia con un seminario sulle problematiche derivanti dall’applicazione delle direttive nitrati e IPPC nel settore agro-zootecnico il ciclo di seminari: “I venerdì delle imprese”.

Venerdì 6 marzo 2009 a Treviso (sala Morton, Provincia di Treviso, via Battisti 30) dalle 14:30 alle 17:30 prende il via l’iniziativa di formazione ambientale rivolta alle aziende del territorio trevigiano interessate ad approfondire alcuni temi di attualità riguardanti il rapporto tra attività produttive e ambiente.

Anche il comparto degli allevamenti, infatti, è un soggetto coinvolto nelle attività di prevenzione e protezione dell’ambiente e gioca un ruolo fondamentale nel conseguimento di un risultato positivo in termini di miglioramento della qualità ambientale e di benessere in generale.

L’adozione di politiche volte alla tutela dell’ambiente da parte del settore agro-zootecnico è diventata progressivamente una delle scelte strategiche fondamentali in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Programma:

14,30 – Saluti – Ubaldo Fanton, Assessore all’Ambiente della Provincia di Treviso

14,40 – Presentazione dell’iniziativa – Andrea Drago (Direttore Generale ARPAV) – Loris Tomiato (Direttore Dipartimento ARPAV Prov. di Treviso)

14,50 – I problemi legati all’applicazione delle direttive nitrati e IPPC per le aziende agrozootecniche in provincia di Treviso – Paolo Giandon (ARPAV)

15,10 – Le possibili soluzioni proposte dalla Regione Veneto per il superamento delle difficoltà legate all’applicazione delle direttive – Riccardo De Gobbi (Regione Veneto)

15,30 – Le attività tecniche progettuali avviate da Veneto Agricoltura per dare risposta alle imprese – Giustino Mezzalira (Veneto Agricoltura)

15,50 – Il supporto della Provincia per sostenere le aziende agrozootecniche – Marco Prosdocimo (Provincia di Treviso – Ass. Agricoltura)

16,00 – Proposte delle aziende per migliorare l’applicazione delle direttive – Roberto Santomaso (Associazione Provinciale Allevatori)

16,20 – Interventi di Organizzazioni e Associazioni di categoria

17,00 – Dibattito e conclusioni

Vicenza, corso per consulenti ambientali al CUOA

Inizia il 13 marzo 2009, presso il CUOA, il corso per consulenti ambientali organizzato da ARPAV e dalla Provincia di Vicenza.

Il corso è indirizzato ai consulenti ambientali che operano al servizio delle imprese nell’ambito territoriale vicentino.

I consulenti ambientali costituiscono il legame tra le imprese e le amministrazioni pubbliche, in quanto i loro servizi sono orientati principalmente al sostegno delle imprese negli adempimenti tecnico-normativi in materia ambientale.

Compito fondamentale del consulente è di conoscere in modo approfondito ed accurato la normativa ambientale nazionale e regionale, per garantire ai clienti il rispetto delle leggi evitando l’irrogazione di sanzioni amministrative e penali. Per assistere le aziende in modo efficace, il consulente ambientale deve possedere adeguate conoscenze tecniche e dettagliate informazioni sugli iter amministrativi che lo pongano in grado di operare dalla fase di predisposizione della documentazione per il rilascio delle autorizzazioni ambientali fino alla scelta delle opportune strategie da adottare per minimizzare gli impatti dell’attività produttiva sulle matrici ambientali.

Pubblicati gli indicatori ambientali 2008 in Veneto

Venerdì 13 giugno 2008 presso il Museo della Bonifica di Taglio di Po, ARPAV ha presentato il Rapporto sugli indicatori Ambientali 2008.

Qui è possibile trovare l’intera pubblicazione con gli aggiornamenti.