Archivi tag: ONU

Mi servono 80 miliardi di dollari … chi me li presta?

Nel 2000 l’ONU ha lanciato 8 obiettivi del millennio. Tra questi vi sono: obiettivo 4 (ridurre di 2/3 la mortalità infantile entro il 2015) e obiettivo 2 (garantire l’istruzione primaria a tutti i bambini e le bambine del mondo).

Bello! Ma quanto costa raggiungere questi obiettivi? Un po’ di miliardi …

Ma quanti? L’ONU ha “sparato” a caso, un bel libro dei sogni, o concretamente, con l’aiuto di tutti i governi, questi obiettivi sarebbero alla nostra portata?

Ad esempio per l’obiettivo 4 sarebbero serviti 80 miliardi di dollari … ma gli stati non li hanno trovati. Peccato 😦 Infatti l’obiettivo non sarà centrato. I soldi non si trovano … La crisi …

80 miliardi di dollari sono una bella cifra, finchè uno non si rende conto che solo negli USA, per salvare le banche e la finanza responsabili della crisi, in pochi mesi il governo ha trovato 16.000 miliardi di dollari.

80 miliardi di dollari, a livello mondiale, per salvare milioni di vite umane, i governi non sono riusciti a trovarli, ma 16.000 miliardi di dollari per salvare le sole banche USA sono stati trovati in pochi mesi.

Questa è la dimensione dei piani di salvataggio.

E’ questa l’economia che vogliamo?

Annunci

Risoluzione ONU 1820 – Lo stupro arma di guerra

Approvata la risoluzione 1820 che considera la violenza sessuale come una tattica di guerra per “umiliare, dominare, instillare paura, cacciare e/o obbligare a cambiare casa, i membri di una comunità o di un gruppo etnico”.

Lo stupro etnico è stato un’arma drammatica utilizzata nella guerra dell’ex Jugoslavia (70 mila donne violentate, in particolare le bosniache mussulmane a opera dei serbi ortodossi) così come nel Darfur, nella Sierra Leone (otre 70 mila), in Birmania (dove le vittime degli stupri militari sono spesso bambine), nel Congo (oltre 30 mila), nella Liberia, in Turchia, nel Rwanda. In quest’ultimo paese, tra l’altro, l’orrore è stato perpetrato da una donna, Pauline Nyiramasuhuko, che detiene un tragico primato: è stata la prima donna accusata di genocidio dal Tribunale di Arusha, Tanzania, nel 2002.

Lo stupro di massa è un’arma di guerra fin dall’antichità. Secondo la leggenda, l’antica Roma fu unita dopo che Romolo e i suoi soldati terrorizzavano i Sabini violentandone le donne. Il ricorso alla violenza sessuale è documentato in conflitti che vanno dalle crociate alle guerre napoleoniche.

Da anni associazioni per i diritti umani, come Amnesty International chiedevano una risoluta presa di posizione.

Fonte: Romina Gobbo, La voce dei Berici, 29/6/08