Archivi tag: leggi della fisica

La dualità quantistica colta in flagrante

OggiScienza

RICERCA – Nell’anno mondiale della luce, Luca Piazza e il gruppo diretto da Fabrizio Carbone al Politecnico federale di Losanna hanno avuto un’idea geniale per fotografare la luce sia come onda che come particella.

Finora si intercettava l’onda o i fotoni, il risultato era deciso a priori dello strumento scelto per effettuare la misura anche se, teoricamente, la scelta si poteva ritardare e incrociare le dita. Per riuscire a riprendere entrambe, si fa così. Ups, link sbagliato. Si fa così: su un nanofilo d’argento sospeso nel vuoto sopra una striscia di grafene, si spara un impulso laser che aggiunge energia alle particelle cariche dell’argento. Queste si agitano, spediscono la luce del laser in due onde che vanno in direzione opposta, avanti, indietro. Quando s’incontrano, si uniscono in un’onda stazionaria, una sorta di solitone.

Arrivati a questo punto, per distinguere i fotoni, occorre circondare il nanofilo con elettroni che, passando…

View original post 134 altre parole

Hawking: “Dio non è necessario”

Premetto che non sono uno scienziato. Premetto anche che leggerò il libro di Hawking “Il Progetto Grandioso” appena possibile.

Però poichè ogni uomo nella sua vita deve dare una propria risposta alle domande: “Chi sono? Dove vado? Da dove vengo?”, mi sento in diritto di esprimere la mia opinione. Credo sia impossibile non porsi, almeno una volta nella vita, queste domande, e di conseguenza darsi una risposta. Una risposta che ovviamente durante l’arco della vita può cambiare. L’importante è ri-porsi Ia domanda 😉

Per inquadrare l’argomento faccio riferimento, come esempio, a due articoli apparsi in questi giorni sul Corriere e su Repubblica.

Hawking afferma che l’universo è la conseguenza delle leggi della fisica. E ci mancherebbe! E quindi deduce che l’universo sarebbe stato creato dal nulla. E le leggi della fisica chi le ha scritte? 😉

Il ragionamento continua che non ci sarebbe stato scopo a creare l’universo se l’obiettivo era creare l’uomo. A che scopo dunque creare tutto l’universo?

E poi, da quanto si apprende dalla stampa, Hawking ritiene che se arrivassimo alla teoria completa dell’universo, la ragione trionferebbe definitivamente e arriveremmo a conoscere la mente di Dio. La mente di un uomo che comprende la mente di Dio. Bello no? 😉

Ovviamente su quest’ultimo punto mi viene immediatamente in mente quanto scritto da Sant’Agostino. Ma anche molti altri autorevoli autori si sono espressi a riguardo.

Ma voglio fare la mia considerazione da persona comune.

Non vedo conflitto tra “ragione” e “fede”. Anzi abbiamo l’obbligo di approfondire (con unico limite le nostre umane capacità) al massimo possibile la fede con la ragione. La scienza, ma soprattutto il “metodo scientifico”, devono essere spinti al massimo possibile anche in tema di “fede”. E per quelle che sono le mie conoscenze attuali, non ho mai incontrato antitesi tra le due.

E scoprire che l’universo, come lo conosciamo ora, non ha avuto origine per un’azione diretta di Dio ma a seguito dell’applicazione di leggi definite prima, mi può solo far piacere.

Dio infatti è Amore. L’universo è energia e materia che si relazionano tra loro secondo le leggi della fisica.