Archivi tag: Achille Variati

Appello agli elettori di Scelta Civica di Vicenza

Vivo a Vicenza da poco meno di 15 anni. In questi anni ho avuto modo di conoscere molte persone che vivono o gravitano attorno a questa bellissima città. Vicenza è una città a misura d’uomo, la attraversi a piedi in poco più di mezz’ora, ma soprattutto c’è un contesto sereno ed accogliente che permette di inserirsi con relativa tranquillità.

Negli ultimi 3 anni poi mi sono avvicinato alla vita politica perchè arrivato alla mia “veneranda” età 😉 ho sentito più pressante la responsabilità di impegnarmi a sostegno delle cose buone partendo dalla considerazione che se è buio è più utile accendere una candela che imprecare.

E impegnarsi in politica vuol dire impegnarsi assieme ad altri per il bene comune. Nel “fare” politica però si sceglie pragmaticamente una “parte”, un partito o un movimento, si incontrano dei “compagni di strada” con cui fare gruppo. L’azione politica infatti è sempre un’azione “sociale”, di gruppo, non puo’ essere un’azione individuale.

Tra questi “compagni di strada” ne ho conosciuti molti di validi e qualificati. In tutti i raggruppamenti. Poi arrivano le elezioni, e bisogna scegliere …

In molti “schieramenti” che si candidano al governo della città di Vicenza conosco candidati validi e meritevoli. Non farò tuttavia nomi per non far torto a nessuno.

Alla fine, però, dovrò esprimere un unico voto. E quindi ho dovuto fare una scelta. E ho scelto Achille Variati come sindaco e Daniele Guarda come consigliere. Daniele è impegnato da anni a risolvere specifici problemi della nostra città. Ha l’età “giusta” 😉 e merita di ricevere fiducia e ottenere il voto alle prossime elezioni amministrative del 26 e 27 maggio 2013. E sono sicuro che se verrà eletto continuerà ad impegnarsi come ha sempre fatto, anche con maggiore energia e determinazione, se fosse possibile.

Perchè un appello specifico agli elettori di Scelta Civica? Perchè il “gruppo” di Scelta Civica in città non sarà presente con propri candidati. Ma comunque gli elettori, e alle ultime elezioni politiche in città sono stati un numero significativo, si spera si recheranno alle urne.

Mi appello a loro. Valutate di votare Daniele Guarda come consigliere comunale. Sono sicuro che non rimarrete delusi, se deciderete di votarlo.

Buon voto a tutti.

 

Annunci

Strade d’asfalto e strade telematiche

L’amministrazione comunale di Vicenza sta facendo una grande operazione. Ha venduto le sue quote di partecipazione alla Autostrada Serenissima e ora sta chiedendo ai propri cittadini come investire 18 milioni di euro ricavati dall’operazione.

Sono stato all’incontro programmato nel mio quartiere. Il Sindaco ha aperto la serata ricordando quanto fatto dall’amministrazione e ha riassunto le richieste di interventi su strade, scuole, strutture sportive, giacenti negli uffici. Prima di aprire agli interventi del pubblico ha specificato che si aspetta di uscire dai 16 incontri sul territorio con una lista di richieste su come spendere i soldi disponibili. Per vincoli fissati dalla legge, le proposte devono riguardare investimenti progettati e realizzati entro il 2012. Niente spese correnti o progetti che richiedono più anni per essere realizzati. Sarà infine il consiglio comunale ad approvare il piano.

Come era prevedibile la sala era piena e gli interventi del pubblico sono stati molti. Su strade, marciapiedi, segnaletica, parchi, attrezzature si sono concentrati gli interventi. Io ho proposto di destinare una quota (secondo me dovrebbe essere compresa tra l’1% e il 2%) alle “strade telematiche”. Oramai è chiara la correlazione tra innovazione ICT e aumento del PIL e in condiderazione della situazione arretrata del nostro paese in questo settore e nella formazione all’uso di nuove tecnologie, credo sarebbe ottimo che, all’interno dei 18 milioni di euro, l’amministrazione non ci si limiti ad intervenire sulle sole “strade d’asfalto”.

Ecco un elenco di 5 mie piccole proposte per un costo complessivo di 180.000,00 euro, pari all’1% della cifra complessiva che l’amministrazione intende impiegare:

  1. WiFi a disposizione dei frequentatori delle 6 biblioteche del sistema urbano (Anconetta, Ferrovieri, Laghetto, Riviera Berica, Villaggio del Sole e Villa Tacchi) e dei 3 musei civici. Costo previsto: 20.000,00 euro;
  2. n. 11 aule informatiche presso altrettante scuole medie della città. Una per ogni Istituto Comprensivo. Tutte rigorosamente con software libero. Costo previsto: 100.000,00 euro;
  3. Digitalizzazione di n. 20 volumi di autori vicentini o su libri su Vicenza o libri di valore, di proprietà della Biblioteca Bertoliana, già caduti nel pubblico dominio. Dopo la digitalizzazione i file dei libri dovranno essere resi disponibili on-line presso il sito internet del Comune con licenza CC-BY e al progetto Wikisource. Costo previsto: 20.000,00 euro;
  4. Realizzazione di cartellonistica dei luoghi di interesse turistico e dei musei cittadini con QR-code che rimandi alle specifiche pagine internet dei musei di Vicenza e di Wikipedia. Costo previsto: 40.000,00 euro;
  5. Rilascio con licenza CC-BY di tutto il materiale descrittivo di proprietà dell’Amministrazione Comunale delle opere conservate nei musei civici. Costo previsto 0,00 euro (si, avete letto giusto. “Zero” euro).

OK, pensateci su. E poi fate le vostre proposte e/o supportate la mia 🙂

Più saremo a proporre interventi sulle “strade telematiche”, più facile sarà che entrino nell’elenco che dovrà essere approvato dal consiglio comunale.